mercoledì 4 luglio 2018

ECLISSI A SAN PIETRO: Quattro vescovi tedeschi affermano che permetteranno a alcuni protestanti di ricevere la santa comunione.

https://benedettoxviblog.files.wordpress.com/2018/07/eclissi-sanpietro.jpg

GERMANIA, 3 luglio 2018 ( LifeSiteNews ) – Mentre il quotidiano regionale tedesco Das Westfalen-Blatt ha riferito il 30 giugno che l’Arcivescovo della diocesi di Paderborn, Hans-Josef Becker ha deciso di implementare la controversa guida recentemente pubblicata sulla  intercomunione. Permette ai coniugi protestanti dei cattolici, in singoli casi, di ricevere la Santa Comunione.
Poi, il vescovo Gerhard Feige di Magdeburgo, arcivescovo Stefan Hesse di Amburgo, e il vescovo Franz-Josef Bode di Osnabrück si sono uniti all’arcivescovo Becker e hanno annunciato che attueranno la nuova dispensa pastorale tedesca nelle loro rispettive diocesi.
La diocesi di Paderborn ha detto a Westfalen-Blatt che questa guida all’orientamento, pubblicata dai vescovi tedeschi il 27 giugno, è “preziosa”. Lo stesso arcivescovo Becker ha spiegato ai suoi sacerdoti, dopo aver presentato la sua decisione il 27 giugno, che si aspetta “tutte le cure pastorali nell’Arcidiocesi di Paderborn per conoscere intensamente la guida all’orientamento, e quindi agire di conseguenza e responsabilmente nella loro azione pastorale “.
La sua decisione non significa “ammissione generale alla Comunione”. Becker, secondo una dichiarazione rilasciata all’agenzia cattolica di notizie in Germania , considera la guida all’orientamento dei vescovi tedeschi come un “aiuto spirituale per la decisione di coscienza nei singoli casi di assistenza pastorale “Per le coppie”.
La diocesi non è stata in grado di dire a CNA quante coppie ci sono che sono potenzialmente candidate per questo nuovo approccio. Quando Aniana Wimmer della CNA ha chiesto se ci sarà anche una sentenza riguardante gli altri sacramenti e se, ad esempio, ci si aspetta che questi sposi protestanti di cattolici prima facciano una confessione prima di ricevere la Santa Comunione, la diocesi ha semplicemente detto che “nell’arcidiocesi di Paderborn, vengono applicate le regole generali della legge della Chiesa “.
Nel frattempo, il vescovo Rudolf Voderholzer, di Ratisbona – che era uno dei sette vescovi tedeschi che si oppongono alla liberazione intercomunitaria dei vescovi tedeschi – ha rilasciato un’intervista alla Cna, nella quale chiarisce che si aspetta ancora qualche chiarimento da Roma.
Voderholzer vede che la risoluzione finale del conflitto e in particolare la lettera del 25 maggio inviata dal capo della dottrina del Vaticano all’Arcivescovo Luis Ladaria al cardinale Reinhard Marx hanno confermato l’affermazione dei sette vescovi che “la questione eucaristica è una questione della Chiesa universale e della dottrina “.

Nessun commento:

Posta un commento