lunedì 22 maggio 2017

BENEDETTO XVI

“IL DILEMMA DI BENEDETTO XVI”. LA FANTASCIENZA PUÒ AVERE IL DONO DELLA PROFEZIA?


Marco Tosatti
Questa mattina presto, girovagando a Porta Portese per bancarelle di libri usati, mi sono imbattuto in questo esemplare che mi ha fatto pensare: che anche gli autori di fantascienza abbiano il dono della profezia? Il racconto breve che da’ il titolo alla piccola antologia è stato scritto nel 1977 (sì, avete capito bene, nel 1977), mentre era ancora felicemente regnante Paolo VI, e dovevano venire Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e l’attuale Pontefice in carica.
Ho investito un euro, e ho soddisfatto la curiosità. L’autore, Herbie Brennan è un irlandese , autore di libri per adulti e ragazzi, librogame, giochi di ruolo e saggi di occultismo; ha una passione per psicologia, occultismo, spiritismo, religioni comparate, fisica, paranormale.
Ora se volete comprarvi il libro – credo si trovi ancora online – non leggete oltre.
Se invece non volete, vi riassumo brevemente la vicenda.
La storia ve la posso riassumere così: uno psichiatra ebreo viene convocato, in tutta segretezza, per verificare le condizioni mentali del pontefice, la cui residenza non è più a Roma, ma a Ginevra, in un Vaticano rifatto sulle rive del lago Lemano. Siamo sull’orlo di uno scontro fisico e militare fra la Chiesa Militante – potentissima – e un nuovo dittatore, che risponde, come Nerone e Hitler ai numeri interpretabili cabalisticamente come l’Anticristo: 666. Il Papa vede il dittatore, Victor Ling (un cognome cinese? non è chiaro) come l’Anticristo e desidera sapere se si tratta di allucinazione, o di messaggio sovrannaturale.
Steinmann – questo il nome dello psichiatra – dice: “la mia opinione è che siate sano”. Benedetto “si raddrizzò, come se gli avessero tolto un peso dalle spalle”, e ringrazia: “Questo faciliterà le nostre decisioni”.
Ma attenti: non è finita qui. Steinmann è il secondo ad aver esaminato il Papa. Il primo è il cardinale Giovanni Orsini, esperto in psichiatria. E’ Orsini che ha convocato Steinmann, dopo aver dichiarato anch’egli sano il papa. E qui c’è il colpo di scena. “Steinmann abbassò la voce a un soffio: ‘Il Papa è matto, cardinale Orsini’.
L’altro annuì gravemente: ‘Lo so dottore’.
‘Le sue allucinazioni sono il diretto risultato di una schizofrenia monodirezionale’.
‘Esatto’ convenne Orsini.
Ma perché tutto questo? Perché Orsini ritiene Ling molto malvagio e vuole che la Chiesa lo attacchi. Steinmann ha avuto una figlia uccisa da Ling, e Orsini lo sapeva quando l’aveva convocato, sicuro perciò che avrebbe confermato la diagnosi….
Buona domenica!

http://www.marcotosatti.com/2017/05/21/il-dilemma-di-benedetto-xvi-la-fantascienza-puo-avere-il-dono-della-profezia/

Nessun commento:

Posta un commento