mercoledì 16 maggio 2018

Gas venefici e bombe di lava, Kilauea ora fa davvero paura 
 
Kilauea, il vulcano più attivo delle Hawaii risvegliatosi all'inizio di maggio continua a creare problemi sia a causa dei sei gas velenosi sia per l'estensione della colata lavica. Tweet 16 maggio 2018 L'eruzione del vulcano Kilauea alla Hawaii continua a creare scompiglio ele autorità riportano che il pennacchio di cenere proveniente dall'interno del cratere sommitale ha raggiunto l'altezza di 3.660 metri sopra il livello del mare. La cenere ha continuato a diffondersi da una bocca nel cratere visibile da 29 chilometri di distanza. Il Servizio Geologico degli Stati Uniti ha avvertito le compagnie aeree del pericolo rappresentato dall'alta colonna di cenere. Nel frattempo le autorità hawaiane hanno lanciato un allarme su alcune bocche apertesi sul cratere e che stanno liberando livelli così elevati di anidride solforosa da rappresentare un pericolo immediato per chiunque si trovi nelle vicinanze. La Protezione Civile della Contea di Hawaii avverte che i gas sprigionati potrebbero causare soffocamento e le persone esposte a lungo potrebbero non essere in grado di respirare. L'allarme si applica a un'area vicino a queste fessure nel versante sud-est del quartiere dei Lanipuna Gardense nei terreni circostanti e le autorità consigliano gli abitanti di lasciare l'area. Ma il pericolo Kilauea non viene solo dall'aria. Da quando ha iniziato questa attività eruttiva sul vulcano si sono aperte diciannove bocche e l'ultima ha proiettato la lava fino a oltre 150 metri di altezza in "bombe" da cinquanta chili l'una. Quest'attività lavica preoccupa gli scienziati che temono che il vulcano stia diventando sempre più esplosivo. Il Servizio Geologico statunitense prevede che altre rotture eruttive possano verificarsi vicino alle case e alla campagna quaranta chilometri a est della sommità del cratere. Vari scenari sono valutati tra cui quello che le strade possano finire per essere bloccate dalla lava che sta viaggiando anche verso est-sud-est verso la 137, l'autostrada costiera. - See more at: 
 

Nessun commento:

Posta un commento