lunedì 19 marzo 2018

Neanche in Corea del Nord. Terza puntata delle fake news di Viganò. A quando le dimissioni?

Mons.Viganò è stato praticamente mollato da tutti: persino dai fedelissimi corifei dell'attuale corso (v.QUI;  gli altri post di MiL sulla figuraccia planetaria: QUI; QUI e QUI ).
Ora è possibile leggere il testo completo della lettera di Benedetto XVI , censurato da Mons.Viganò, anche su :
Il Sismografo QUI ; Avvenire QUI ; Agenzia Sir QUIVatican Insider QUI ; Vatican News QUI ecc ecc.
Eppure il Prefetto della Segreteria per la Comunicazione, mons. Dario Edoardo Viganò ha avuto il pessimo gusto di pubblicare ancora una nota-stampa che riportiamo sotto. 
Sarà il  canto del cigno
Perchè andrà a finire nel più classico dei modi: adesso tutti scaricheranno Viganò e cercheranno di concentrare l’attenzione su di lui. 
Ma quello che è dirompente è il contenuto della lettera. 
L’opposizione da cinque anni cerca di strappare una parolina a Benedetto e lui ha sempre taciuto. 
Loro in quattro e quattr’otto sono riusciti a mettere in difficoltà il Pontificato. Complimenti!
Non si dicono  le bugie...dicevano i nonni ai nipotini: Ecco quel che accade!
Infine segnaliamo, condividendolo, l'Editoriale di Riccardo Cascioli su La Nuova Bussola Quotidiana QUI e l'articolo di Lorenzo Bertocchi sempre sulla NBQ:  QUI
 

Nessun commento:

Posta un commento