venerdì 16 giugno 2017

sì alla Comunione ai divorziati risposati?

Vescovi siciliani: sì alla Comunione ai divorziati risposati



Se in Polonia (notizia di qualche giorno fa) la Conferenza Episcopale conferma la Familiaris Consortio di San Giovanni Paolo II e il divieto per i risposati di ricevere la Comunione poichè in stato di peccato mortale, in Sicilia (più vicina a Roma...) i vescovi allargano le maglie e la ammettono. Forse hanno subito i nefasti miasmi "pastorali" provenienti dalla vicina Malta
Apprendiamo da Rorate Caeli che un passo di questi "Orientamenti pastorali", recita: 
"Secondo la valutazione del confessore e tenendo conto del bene del penitente, è possibile assolvere e ammettere [il fedele divorziato e sposato civilmente ] all'Eucaristia, anche se il confessore sa che per la Chiesa un è un obiettivo disordine" [sparita la parola "peccato", n.d.r.]
Che poi vogliamo proprio vedere come sarà la "valutazione" del confessore. Finirà che le eccezioni saranno moltissime, tanto da diventare la regola. Ma si sa: è quello che voleva il vescovo di Roma e i suoi coriferi.
Bè complimenti davvero ai mitrati della Trinacria. Davvero un bell'atto di coerenza e di fedeltà. Sì: Bergoglio, piuttosto che a Cristo.  
D'altronde i germi erano già presenti nell'incontro dello scorso novembre 2016 a Catania. (si veda qui
Ovviamente la stampa ne dà annuncio trionfale, tacendo la gravita della cosa. Tutto viene travisato e l'accento è posto sulla notizia - dovuta alla confuzione generata dall'ambiguità di Amori Laetitia - che viene vista come piacevole e moderna rottura con il passato: adesso finalmente anche i divorziati risposati, esclusi fin'ora dai sacramenti, potranno ricevere l'Eucarestia. 
Terribile. Si veda infatti sotto:


Roberto

Dare la comunione ai divorziati risposati, i vescovi siciliani: possibile in alcuni casi
da Giornale di Sicilia  del 15.06.2017

PALERMO. Essere realisti e guardare alle situazioni concrete di fragilità delle singole persone e delle famiglie. Con particolare attenzione ai separati e divorziati che vivono nuove unioni, ma finora esclusi dai sacramenti.

La Chiesa siciliana, dopo oltre un anno di riflessione e approfondimento, offre alcuni «Orientamenti pastorali» comuni per le diciotto diocesi dell’Isola e apre in maniera concreta e irreversibile alla Comunione ai divorziati risposati. Non una fuga in avanti, ma un documento pensato e condiviso alla luce delle indicazioni contenute nella esortazione
apostolica Amoris Laetitia, con cui papa Francesco oltre un anno fa ha sintetizzato i risultati del sinodo sulla famiglia.

In quattordici pagine chiare e schematiche i vescovi della Sicilia (primi in Italia) mettono nero su bianco le indicazioni pastorali su come accompagnare, discernere e integrare la fragilità.
 
blog.messainlatino.it/2017/06/vescovi-siciliani-si-alla-comunione-ai.html

Nessun commento:

Posta un commento