martedì 20 giugno 2017

Distruzione totale della Chiesa

Clamoroso! Rimossa la S. Bibbia dal sito della S. Sede! 

 https://1.bp.blogspot.com/-jLxM6RZmerA/V7YNLXoTUkI/AAAAAAAAVsQ/6-Rf25WCkXExqSMtOoBTyQcIbBZdZ2-mQCLcB/s1600/BERGOGLIO-ECUMENISMO%2BMassoneria%2BChiesa%2B567%2BRr%2Bcontr%2Bliv.jpg

 Avevamo letto la notizia ieri, ma non ci potevamo credere. 

E oggi, facendo un rapido controllo tra una mail e un post, siamo andati a controllare. 
INAUDITO: il sito della S. Sede non riporta più il testo della BIBBIA nè in latino nè nelle lingue nazionali. 
Se si clicca sopra "LA SACRA BIBBIA", nella sezione "Testi fondamentali", appare la seguente frase: 


La Sacra Bibbia è disponibile in quasi tutte le lingue del mondo: le Conferenze Episcopali provvedono al continuo perfezionamento delle traduzioni. Si invita pertanto a consultare il sito web della propria Conferenza Episcopale per accedere alla versione più aggiornata.


Carissimi, non capiamo davvero quale problema potesse esserci a lasciare sul sito il link alla Bibbia. Maggiormente quella in latino. 
Abbiamo l'impressione, ma è una nostra infondata impressione, non supportata da reali prove, che qui, a poco a poco, ci stanno smantellando la Chiesa! 
A noi pare che tale processo di "relativizzazione" della dottrina passi anche con queste piccole e apparentemente innocenti censure che oggigiorno assumono un'eco assai rilevante, influenzata com'è - la società moderna -dall'uso dei social e di internet.

Sembrerà una sciocchezza, una quisquillia, ma se il sito della S. Sede non solo toglie il testo della Bibbia in latino (che è sempre stato veicolo di unità tra i fedeli di varie nazioni e lingue) ma addirittura toglie quello nelle varie lingue, vuol dire che non c'è l'impegno, fors'anche "tecnico", di diffondere la Parola di Dio e di porla alla base del vivere cristiano. 
Forse perchè è troppo scomoda e di ostacolo all'ammodernamento della dottrina da parte di Papa Francesco che vuole dare la comunione ai risposati, ignorando il Vangelo e S. Paolo. 

Il sito web del Vaticano rimanda alle Conferenze Episcopali: annàmo bene! Per Galatino (segretario di quella Italiana) Sodoma e Gomorra alla fine non furono distrutte. Che "perfezionamento" della traduzione biblica volete che garantiscano i vescovi italiani, se il loro segretario si permette addirittua di riscrivere il Vecchio Testamento? 
Magari a breve provvederanno anche a modificare il Nuovo, nei passi che sono di ostacolo al Vescovo di Roma. 
Vergognoso. 
 

Nessun commento:

Posta un commento