lunedì 20 marzo 2017

Vangelo III domenica di quaresima

Giov. 4, 5-42

Il colloquio con la Samaritana

"Come mai tu, che sei giudeo, chiedi da bere a me..."
"Se tu conoscessi il dono di Dio... tu stessa gli avresti chiesto..."

"Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe..."
"... l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna."

 "E' giunto il momento in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità ..."

 "Ho da mangiare un cibo che voi non conoscete."

Molti samaritani credettero in lui per le parole della donna che dichiarava: "Mi ha detto tutto quello che ho fatto."

"Non è più per la tua parola che noi crediamo, ma perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che questi è veramente il salvatore del mondo."

Nessun commento:

Posta un commento