mercoledì 18 gennaio 2017

Roma non deve mai rimanere al buio


Finchè, dopo averla sottovalutata come una bega tra frati, il 15 giugno 1520 intervenne Leone X con la bolla Exsurge Domine condannando in 41 proposizioni alcune tesi di Lutero e minacciando di scomunica il frate agostiniano se non avesse ritrattato entro un termine le sue posizioni. Lutero ignorò la bolla e sei mesi dopo, il 10 dicembre, la bruciò nella piazza di Wittenberg. Era la rivolta: per cui il 3 gennaio 1521 papa Leone X scomunicava Martin Lutero con la bolla Decet Romanum Pontificem.

https://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Leone_X

Nessun commento:

Posta un commento