venerdì 18 gennaio 2019

Jim Carrey insight

ecco la fine dei Sacerdoti non "allineati" al Bergoglio pensiero

Ecco tutti i miei “dubia” di prete e religioso

Cari amici lettori, la lettera che trovate qui sotto mi è stata inviata da un sacerdote e religioso, appartenente a una grande congragazione presente in diversi Paesi. È una testimonianza significativa, che porta alla luce una realtà molto più diffusa di quanto si potrebbe immaginare.
Chi scrive esprime in modo semplice e chiaro i motivi per cui ha incominciato ad avvertire perplessità nei confronti di questo pontificato e perché ritiene che oggi la Chiesa si trovi in una situazione di fronte alla quale occorre una decisa presa di coscienza.
Come spesso succede a chi osa manifestare dubbi e porre domande sull’insegnamento di Francesco, anche il sacerdote è stato sanzionato e sta quindi pagando di persona. Ma da parte sua non c’è vittimismo. Solo la constatazione implicita di quanta poca libertà reale ci sia nella Chiesa attuale, a fronte di ripetuti appelli alla parresia, ovvero al diritto-dovere di dire ciò che si pensa con franchezza.
Ma di una cosa, soprattutto, ringrazio il sacerdote: di averci messo la faccia firmando la sua lettera. Siamo infatti circondati da troppi Don Abbondio.
A.M.V.
***
Benedetto (è) Colui che viene nel nome del Signore (Sal 118,26)
Chi sono
Sono un sacerdote religioso di sessantadue anni di età e trentasei di ministero, appartenente ai Figli dell’Amore Misericordioso. Dal dicembre scorso sono stato sospeso a divinis dal mio superiore generale: non posso più dire Messa in pubblico, né predicare, né confessare. Posso solo celebrare in privato. (E posso anche scrivere ad Aldo Maria Valli… almeno per ora.)
Al momento la sanzione è per sei mesi, ma la sua durata effettiva la conosce solo il Signore. Queste le motivazioni: 1) perché nel Canone della Messa, dopo il nome di Francesco, inserisco anche il ricordo del Papa emerito Benedetto; 2) perché nella mia predicazione, quando il tema lo richiede, manifesto le mie perplessità su alcune posizioni dottrinali e morali di Papa Bergoglio.
Preciso che tutto questo l’ho fatto nell’ambito del mio ministero ordinario: in due chiesette di campagna, prima; e in due cappelle minori di città, poi. Non ho ricercato amplificazioni mediatiche, né ho causato clamori inutili.
E nel parlare di questi argomenti, credo di aver trasmesso non un gusto per la critica gratuita, ma un senso di vera preoccupazione interiore; e di aver cercato non tanto di convincere per forza gli uditori, ma di aiutarli a ragionare sui fatti, così da capire “cosa stava bollendo in pentola” nella Chiesa.
Ciò nonostante, la sospensione è arrivata.
Accetto tranquillo, non faccio polemiche… e ringrazio.
Come la penso
Nel 2013 ho accolto l’avvento di Papa Bergoglio come una forte folata di vento, proveniente dalla lontana Pampa, in grado di spazzare via in poco tempo i fumi e le nebbie che gravavano pesanti sul Vaticano e sulla Chiesa.
Poi tutto è cambiato con la pubblicazione dell’Amoris laetitia, nel 2016.
Ricordo di aver girato e rigirato il capitolo VIII di quella Esortazione per un mese intero, nel tentativo disperato di trovarci dentro una qualche ispirazione, finché non mi sono dovuto arrendere all’evidenza: quel capitolo era ambiguo e contraddittorio, e una simile caratteristica non poteva essere casuale!
Perciò ho condiviso pienamente l’iniziativa dei quattro cardinali che dopo qualche mese hanno presentato i cinque dubia; e sono rimasto profondamente deluso dal fatto che Papa Bergoglio non abbia voluto rispondere e chiarire.
A quel punto la fiducia in Papa Bergoglio ha iniziato a vacillare; e ha preso a farsi strada nella mia mente un terribile sospetto: si stanno forse realizzando alcune profezie che aleggiano da tempo, come quelle legate a La Salette, o a Fatima, o a diverse altre rivelazioni private, che evocano la possibilità di “una grande apostasia” a partire dal vertice stesso della Chiesa? E da questa prospettiva ho iniziato a valutare gli scritti, le parole e i gesti del Pontefice.
Le domanda che mi faccio
Questa osservazione critica mi ha portato a farmi molte domande sul Papa argentino: alcune più complesse e articolate, altre più semplici e popolari.
Come, ad esempio, le seguenti:
* Perché nel 2016 non ha voluto rispondere alle domande chiarificatrici dei cardinali dei dubia, e ha invece fomentato le interpretazioni più spericolate del suo documento, aumentando così la confusione teorica e pratica?
* Perché nel 2017 ha allontanato bruscamente il cardinale Müller dall’incarico di prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, dopo cinque anni esatti dalla sua nomina, e non gli ha dato nessun altro incarico?
* Perché, sempre nel 2017, ha ospitato in Vaticano la statua di Lutero, facendosi fotografare davanti alla stessa; e ha poi ritenuto di dover commemorare i cinquecento anni della Riforma, dando così forza alla voce di chi afferma che è in atto un gravissimo processo di protestantizzazione della Chiesa cattolica?
* Perché si avvale ufficialmente e ripetutamente della collaborazione di un personaggio discutibile come il gesuita americano padre James Martin, paladino dichiarato della ideologia gender e della causa omosessuale?
* Perché, dall’inizio del suo pontificato fino ad oggi, non riesce a dire una parola veramente chiara sulla questione delicatissima della Comunione ai divorziati risposati e ai coniugi protestanti di fedeli cattolici?
* Perché, dall’inizio del suo pontificato fino ad oggi, si mette in ginocchio davanti alle persone alle quali lava i piedi, ma non riesce a farlo davanti a Gesù Sacramentato, né durante la consacrazione, né quando sta al cospetto del Santissimo solennemente esposto (e ha presso di sé un inginocchiatoio con tanto di cuscino, e tutti gli altri – cerimonieri e ministranti – sono prostrati sul pavimento)?
Confesso che quest’ultimo tema mi manda letteralmente in tilt: perché lo fa? che tipo di messaggio vuole mandare? e a chi lo vuole mandare? Vorrei che qualche attuale “guardiano della rivoluzione” mi rispondesse.
La questione di fondo
Stando così le cose, qualcuno mi chiederà: «Ma tu Bergoglio lo consideri ancora Papa?». Rispondo: fino a quando non si dimostrerà in modo ufficiale che la rinuncia di Benedetto o il conclave del 2013 hanno presentato gravi irregolarità (cosa questa che non sta certo alla portata di chiunque), Bergoglio è Papa a tutti gli effetti e i suoi atti di giurisdizione hanno pieno valore. In questa materia così importante, infatti, non bastano semplici sospetti (per quanto credibili e diffusi), ma servono certezze assolute e inconfutabili.
Ciò non toglie però il diritto e il dovere per ogni battezzato di esprimere le proprie critiche in caso di insegnamenti o comportamenti pontifici inadeguati, così come hanno fatto verso Simon Pietro l’apostolo Paolo “a viso aperto” (cf. Gal 2,11), e lo stesso Gesù che lo ha definito “Satana” (cf. Mc 8,33).
Nel caso poi che la situazione dovesse precipitare con iniziative ancora più sconsiderate (ad esempio, in campo ecumenico o in materia liturgica), ci si dovrà attenere alle indicazioni di qualche cardinale più illuminato e coraggioso (infatti, una presa di posizione chiara e formale da parte di “un numero significativo di cardinali” appare sempre più improbabile). Possibile che non ce ne sia neppure uno, disposto a onorare fino in fondo la porpora che indossa?
Ma evitiamo di proiettarci troppo nel futuro. Limitiamoci ad affidare ogni cosa al Signore, supplicandolo di svegliarsi dal suo sonno profondo, di placare il vento e il mare, e di riprendere in mano il timone della sua barca.
Le ragioni per cui scrivo
Ho deciso di scrivere questa mia testimonianza per due motivi.
Primo. Per rivolgermi a tanti altri sacerdoti e religiosi che, dal 2016 in qua, stanno avvertendo le stesse difficoltà di cui ho parlato più sopra; e stanno anche sperimentando, da parte dei rispettivi superiori, vessazioni morali di ogni tipo: rimproveri, minacce, rimozioni, emarginazioni e sospensioni…
Vorrei incoraggiarli fraternamente; e ricordare loro che in questi casi noi abbiamo il diritto e il dovere di “difendere la Verità” (qualora, a nostro giudizio, questa fosse minacciata), ma non abbiamo alcuna possibilità di “difendere la nostra persona” (anche nel caso di decisioni gravose nei nostri confronti).
E vorrei anche invitarli ad offrire le proprie tribolazioni per l’amabilissima persona di Papa Benedetto XVI: perché il Signore lo voglia sostenere fisicamente e spiritualmente, fino al compimento completo della sua dolorosa missione.
Infatti – e nessuno se lo dimentichi –, Benedetto ha rinunciato “a fare il Papa”, ma non ha rinunciato “ad essere Papa”. Cosicché Egli costituisce ancora un punto sicuro di riferimento per tutti coloro che amano veramente la Chiesa: in particolare, con il suo esempio di immolazione silenziosa e orante.
Secondo. Per rivolgermi a quel numero sempre crescente di fedeli laici che scalpitano, nel desiderio di fare qualcosa di concreto e di utile, a sostegno della casa di Dio che sta crollando come la basilica di Norcia; fedeli laici che sono più coscienti e agguerriti di quanto si potrebbe immaginare.
Vorrei dire loro di combattere per questa giusta causa con tutti i mezzi a disposizione, ma di non uscire mai e per nessun motivo dal  recinto ufficiale della Chiesa cattolica, anche se questa dovesse diventare “falsa” dalla testa ai piedi. La Chiesa “vera”, anche se ridotta a “piccolo resto”, non ha bisogno di produrre scismi dichiarati, perché sopravviverà nel cuore di coloro che si mantengono fedeli al vero magistero della Chiesa, in mezzo a una maggioranza ostile.
Nella situazione drammatica in cui siamo precipitati è sufficiente fare una sorta di “resistenza interna e sotterranea”, tipo quella dei primi cristiani verso l’impero romano, pagano e intollerante, in attesa che il Signore e la Vergine Santa realizzino i loro piani di purificazione sulla Chiesa e sul mondo.
Ringrazio per l’attenzione e saluto cordialmente.
Padre Gabriele Rossi, FAM
Fermo, 16 gennaio 2019

https://www.aldomariavalli.it/2019/01/16/ecco-tutti-i-miei-dubia-di-prete-e-religioso/

"Io Sono” è solo in Me!

Carbonia, 15.01.2019

Ore 17.38/17.52

Il Verbo oggi si manifesta ancora al suo popolo richiamandolo a Sé.

Voglio rivelarti la mia seconda venuta o uomo, metti il tuo dito nel mio costato e scegli di seguirmi perché Io sono il tuo unico Dio, non avrai altro dio all'infuori di Me!

Cresci in Me, o creatura mia, allontanati da questo mondo di tenebra, apri il tuo cuore al tuo Dio Amore e non curarti più del domani perché il tuo domani sono Io!

Sorgerà ora un'alba nuova, un mondo fatto di cose buone e deliziose per tutti i miei figli. Provvederò a tutti coloro che avranno risposto in fedeltà assoluta e senza inganno alcuno a Me, il Dio Amore.
  •  Vengo a voi o uomini che dite di essere miei e poi fate di testa vostra.
  •  Dico a te figliolo, a te che mi proclami nel tuo cuore e poi vai per il tuo interesse, non vedi  quanto contrasto c'è nel tuo dire con il tuo agire?
  •  Dove credi di mettere le tue mani, o uomo, non ricordi i miei Comandamenti?
  •  Sii obbediente a Me e solo a Me se vuoi essere mio figlio!

Il Verbo oggi si manifesta ancora al suo popolo, richiamandolo a Sé.

Rispondete o voi tutti che dite di essere miei figli, rispondetemi con severità, perché ecco che,

          si compie il giorno predetto, annunciatovi da tutti i profeti di ieri e di oggi,
          si compie la volontà del Padre,
          si compie il suo disegno salvifico.

Adorate un solo Dio, o uomini, adorate il vostro Dio Amore e provvedete a riscattare la vostra anima tornando a Colui che vi ha tanto amati e tanto vi ama!

Il vostro ego supera la mia Misericordia, o uomini, state attenti a non dannarvi.

Il vostro Dio ancora vi richiama a Sé, al rispetto delle sue Leggi, dei suoi Comandamenti!

"Io Sono” è solo in Me!

Attenti o voi tutti che cercate di possedere ciò che non vi appartiene per diritto, attenti, perché la mia Giustizia è in atto, non fate al vostro fratello ciò che non vorreste venisse fatto a voi!

          • È tempo di ravvedervi, o uomini, è tempo di scegliere la via che vi salverà
             per non coinvolgervi dannatamente nella morte eterna.

          • Uscite dalle vostre superficialità, scendete da quel piedistallo che vi siete innalzati.

Solo Io “Sono”, o uomini, solo Io “Sono Colui che tutto ha creato e tutto distruggerà di ciò che non Gli appartiene.”

Il male va a braccetto con il male, mai potrà unirsi al Bene!

Provvedete a mettere ordine alla vostra condotta di vita, siete ormai giunti alla fine della storia, cosa state aspettando ancora? Non costruitevi castelli su questa Terra perché Io vi distruggerò tutto.

Attenti a salvarvi, o uomini, la corda sta per spezzarsi, gli istanti sono ormai giunti alla fine. Ravvedetevi! Convertitevi e con urgenza!

Maledetti coloro che non avranno congiunto le mani in preghiera per chiedere perdono per i propri peccati, perché la loro vita finisce qui!

Dio salva!
 
 

Mark of the beast 2019?

giovedì 17 gennaio 2019

lo stagno di fuoco

Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo. [21]Tutti gli altri furono uccisi dalla spada che usciva di bocca al Cavaliere; e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni. 


http://giacintobutindaro.org/wp-content/uploads/2014/01/esortazione-ravvedimento.jpg

mercoledì 16 gennaio 2019

È giunta la fine, un giorno d'oscurità, di tempesta enorme, tribolazione e fuoco.


2019 - NON RIUSCITE A SENTIRE IL TUONO DEL MIO APPROSSIMARMI?
Messaggio ricevuto il 2 gennaio, 2019

Figlia, sono Io, il Re, il tuo Comandante in capo. Tutto ciò che è stato creato l'ho creato Io e la terra è il Mio sgabello. Sono l'Unico risorto e l'Unico degno di aprire i rotoli. Non riuscite a sentire il tuono del Mio approssimarMi? È giunta la fine, un giorno d'oscurità, di tempesta enorme, tribolazione e fuoco.

Inoltre, di tutto ciò che è stato scritto che passerà, ho preservato un piccolo resto per Me. Questo piccolo resto ha effettuato l'allenamento più rigoroso ed ha imparato ad abbandonare tutto per obbedirMi. Il loro cammino è stato arduo e colmo di prove e persecuzione, ma la Mia armata resta fedele e risoluta, nonostante le sfide costanti e la persistente opposizione da parte del nemico.

Quest'armata è decisamente differente da qualsiasi altra, poiché lei  (la Sposa) è stata scelta personalmente da ciò che questo mondo considera i peggiori fra gli uomini. Sono quelli che ho tenuto nascosti fino all'istante della venuta dei Miei figli e figlie che si sono manifestati. Loro sono stati inseguiti dal Mio cuore, malgrado il prezzo che è stato loro richiesto. Per molti, tale costo era tutta la loro vita. Ma le sofferenze di questa vita non sono degne di essere paragonate alla gloria che si manifesterà in loro. Sanno che questa vita è solo fumo, e cercano di realizzare il loro scopo qui: attirare a Me il maggior numero di anime. 

La Mia autorità echeggia intorno al mondo, chiunque voi siate, ovunque siate nel vostro cammino con Me, PREPARATEVI! Ora siete entrati in un tempo di enormi cambiamenti. Tutto ciò che vi è stato famigliare cambierà. Niente resterà uguale. Sembrerà che il nemico sia vittorioso, ma non è questa la Mia verità. Dato che il Mio ritorno è più vicino, tutta la creazione geme e tutto ciò che è stato creato risponderà ferocemente alla maggior presenza del Mio Spirito.

Ci sono molte cose che devono essere ancora comprese, ma sappiate che è molto, molto tardi e, per scardinare molti che camminano nell'oscurità, devo agire. Il momento è ora.

Pregate per avere molta fede, come quelli che non hanno perduto il proprio cuore e non sono divenute prede dell'enorme inganno che è su di voi. Avete la Mia Parola che Io sono con voi. Credete, abbiate fiducia e obbedite!

Molti di quelli che leggono queste parole moriranno entro l'anno. Molti moriranno improvvisamente, e dovranno già aver scelto Me. Molti saranno trasferiti, e molti perderanno tanto. Ascoltate quello che vi sto dicendo? Voi siete l'ultima generazione che vedrà il Mio ritorno. Siete stati scelti per essere qui in questo momento. Siete voi a scegliere cosa fare di questa cognizione. Se correte verso di Me, vi farò attraversare la parte più oscura della tempesta. Se non lo fate, conoscerete presto l'esito di questa scelta.

Non appena avrò preso con Me le Mie primizie, quelli che rimarranno, dovranno sopportare le prove più ardue di qualsiasi tempo. Ma persino lì, ho creato una via nel deserto, e proteggerò il Mio gregge. Mi chiameranno loro Dio, ed Io li chiamerò popolo Mio. E la Mia armata degli ultimi tempi sarà glorificata ed unita al suo Comandante come un'unica cosa, e Mi assisterà nel portare l'ultimo raccolto.

Ricordatevi ciò che vi ho sempre insegnato. Tutto quello di cui vi parlo, si trova nella Mia Parola. Solo Io insegnerò la verità a quelli che la cercano veramente. Ora molte voci vogliono la vostra attenzione, ma, purtroppo, la maggior parte non proviene completamente da Me. Lasciate Babilonia, voi che ancora percorrete le strade del compromesso e del diletto alla tiepidezza e all'apatia. Allontanatevi dalle religioni dell'uomo e dalle tradizioni ed ascoltate la voce del vostro Pastore.

Restano pochissimi preziosi secondi prima che sia tracciata la linea definitiva che divide i Miei, chiamati Mio piccolo resto, dal resto del corpo che si definisce Mia chiesa.

Ora sentite il tuono?

NON È PIÙ COSÌ LONTANO.. 

YAHUSHUA

Il Calvario di questa Umanità sta per iniziare!!!

 Risultati immagini per the passion calvario


È giunta l'ora di sradicare il male dal cuore degli uomini!
Carbonia,13.01.2019
Ore 10.10/10.23
                     Purezza, mitezza, umiltà e obbedienza!
Sono queste le cose che fanno risorgere il vero cristiano.

La mia mano poderosa si abbatterà su questa Umanità iniqua.

La mia Misericordia sarà per chi Mi chiederà perdono con vera contrizione di cuore.

Sono tutto amore, e amore voglio dai miei figli!

Ecco:
              • vengo a recuperarli dalla miseria di Satana!
               • Vengo a far nuove tutte le cose!
               • Vengo con la spada infuocata a tagliare il seme del male!
               • Vengo a falciare i campi!
               • Vengo a mietere il buon grano e separarlo dalla pula!
Figli miei, non so se avete capito il mio linguaggio, se tenete veramente a salvarvi, se credete veramente che Dio esista e sia l'unico Creatore, l'unico vero Dio in Tre Persone uguali e distinte.

Il mio linguaggio ha un solo indirizzo:

                                        purezza, mitezza, umiltà e obbedienza,
sono queste le cose che fanno risorgere il vero cristiano, che lo tengono collegato al suo Dio Creatore.

È giunta l'ora di sradicare il male dal cuore degli uomini.

Sappiano ravvedersi in fretta, perché il cielo è per tingersi di rosso, un tuono prorompente abbatterà il silenzio che giace nei cuori degli stolti.

Non fate orecchi da mercante o uomini, siete coinvolti fino al midollo, il vostro viaggio è compromesso, avete seminato male e raccoglierete morte se non avrete il coraggio di riconoscervi peccatori, e così rimediare al vostro stato spirituale per rinascere a vita nuova.

Il Calvario di questa Umanità sta per iniziare.

State con gli occhi rivolti verso il Cielo e chiedete perdono all'unico e vero Dio, il vostro Creatore.

Sollevatevi a Me o uomini, non restate nella morte, il vostro Dio vi chiede la vera conversione del cuore, il vero ravvedimento, vi chiede di riprendere in mano la vostra vita per essere salvati da Colui che vi ha creati.

Non avranno scampo gli empi, solo i figli fedeli all'Amore troveranno in Lui riparo, saranno al suo fianco e con Lui determineranno la vittoria contro il male.

Satana ha le ore contate, tutto procede secondo il Disegno di Dio Padre.

Il cielo è in fermento, il tuono è in arrivo per spazzare via il male, la battaglia infuria, i malvagi saranno messi a morte.

Tuona l'ira di Dio Padre sugli uomini malvagi, sui traditori.

È finita figli di Giuda, è finita la vostra babilonia, ecco che il Padrone di Casa giungerà all'improvviso e vi allontanerà per sempre dai suoi Occhi.

Sto per chiamavi per nome, attendetemi o uomini, perché ecco che vengo a separare i capri dalle mie pecore.

Giunge l'alba nuova, giunge dall'alto il segno di salvezza. Amen!